che-cose-la-borsite-glutea-o-trocanterite

Che cos’è la Borsite glutea o Trocanterite?

La trocanterite o borsite trocanterica è una causa relativamente comune del dolore della faccia laterale della coscia. Spesso la diagnosi viene inquadrata come coxalgia aspecifica.

La centralità dei meccanismi infiammatori è stata messa in dubbio da alcuni recenti studi, cosicchè la definizione oggi ritenuta più corretta è sindrome dolorosa trocanterica (dall’acromino anglosassone di Greater Trochanter Pain Syndrome, GTPS).
Negli stessi studi è stato riscontrato che il 14,3 % dei soggetti sopra i 60 anni ha frequenti dolori all’anca (Christmas et al.), che  la GTPS  colpisce in prevalenza il sesso femminile 8,5% vs 6,6% (Segal et al.) e infine è stato osservato che nella pratica comune dei dolori lombari, la prevalenza  di GTPS era del 20, 2% (Tortolani et al.).
Sempre nello studio “Segal et al.” è stato inoltre osservato che la GTPS spesso coesiste con artrosi del ginocchio, sofferenza della bendeletta ileo tibiale e lombalgie.

La GTPS  è una sindrome a eziologia multipla, che riflette l’anatomia locale per la presenza di cinque tendini che si inseriscono sul gran trocantere e tre borse.
Quindi comprende: le tendinopatie, le lesioni tendinee e le infiammazioni bursali.
Sono molti i fattori patologici predisponenti per la borsite trocanterica (Modificato da Shbeeb y Matteson, para la Clínica Mayo, Rochester):

  • Coxartrosi Ipsilaterale o contro laterale.
  • Spondiloartrosi lombare
  • Discopatia lombare degenerativa
  • Gonartrosi
  • Mal di schiena meccanico
  • Differenza della lunghezza degli arti inferiori
  • Debolezza della muscolatura pelvi trocanterica e dell’anca nel postoperatorio
  • Artrosi dell’anca
  • Problemi neurologici: emiparesi, radicolopatia, ecc.
  • Obesità
  • Fibromialgia
  • Protesi totale d’anca
  • Amputazione degli arti inferiori
  • Piedi piatti
  • Tendinite rotatori esterni dell’anca
  • Tensione della bendelletta ileotibiale
  • Nell 8% dei casi la causa è sconosciuta

La sintomatologia dolorosa si presenta  in corrispondenza del gran trocantere. Si irradia al ginocchio fino alla caviglia (mai fino al piede) o prossimalmente verso il gluteo.
Il dolore peggiora alzandosi dalla posizione sdraiata o seduta e diviene ingravescente durante la deambulazione e lo sport.
Colpisce anche durante il riposo notturno, specie se in decubito sul lato affetto e si può evocare con l’adduzione dell’arto inferiore o l’abduzione contro resistenza.

A cura del:
Dott.Daniele Clementi
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
Specialista in Terapia Fisica e Riabilitazione

Leggi questi altri articoli

Lascia un tuo commento